Prima del ponte - Fort Point in primo piano, guardando attraverso il Golden gate (lo stretto che collega la baia di San Francisco all'Oceano Pacifico), verso Marin County a nord, nel 1910. (Servizio del Parco Nazionale)

Il Golden Gate Bridge, una straordinaria opera tecnologica e artistica, apre al pubblico dopo cinque anni di costruzione. Il giorno dell'inaugurazione - il "Pedestrian Day" - circa 200.000 persone hanno ammirato il ponte sospeso lungo 4.200 piedi, che attraversa lo stretto del Golden Gate all'ingresso della baia di San Francisco e collega San Francisco e la contea di Marin.

Il 28 maggio il Golden Gate Bridge è stato aperto al traffico veicolare. L'idea di gettare un ponte sullo stretto del Golden Gate, largo quasi un miglio, era stata proposta già nel 1872, ma solo all'inizio degli anni Venti l'opinione pubblica di San Francisco cominciò ad essere favorevole a questa impresa.

Nel 1921, l'ingegnere Joseph Strauss, originario di Cincinnati, presentò una proposta preliminare: una combinazione di ponti sospesi e a cavaliere che poteva essere costruita per 27 milioni di dollari. Anche se antiestetico rispetto al risultato finale, il suo progetto era accessibile e Strauss divenne il leader riconosciuto dello sforzo per il ponte sullo stretto del Golden Gate. Negli anni successivi, il progetto di Strauss si evolse rapidamente, grazie al contributo dell'ingegnere Leon S. Moisseiff, dell'architetto Irving F. Morrow e di altri. Il concetto di Moisseiff di un semplice ponte sospeso fu accettato da Strauss, mentre Morrow, insieme alla moglie Gertrude, sviluppò l'elegante design Art Déco del Golden Gate Bridge. Morrow avrebbe poi contribuito alla scelta del colore distintivo del ponte: l'"arancio internazionale", un colore vermiglio brillante che resiste alla ruggine e allo sbiadimento e che si adatta alla bellezza naturale di San Francisco e ai suoi pittoreschi tramonti.

Costruzione in corso di un pilone sulla sponda sud del progetto del Golden Gate Bridge, 1933 circa. (Biblioteca del Congresso)

Nel 1929, Strauss fu scelto come ingegnere capo. La costruzione iniziò il 5 gennaio 1933, nel pieno della Grande Depressione. Strauss e i suoi operai superarono molte difficoltà: le forti maree, le frequenti tempeste e nebbie e il problema di far saltare la roccia a 65 piedi sotto il livello dell'acqua per creare fondamenta antisismiche. Undici uomini morirono durante la costruzione.

Giorno dell'inaugurazione - il Golden Gate Bridge fu aperto ai pedoni il 27 maggio 1937. Il giorno successivo fu ufficialmente aperto al traffico veicolare. (Foto AP/Associazione Redwood Empire)

Il 27 maggio 1937 fu inaugurato con grande successo il Golden Gate Bridge, simbolo del progresso della Bay Area in un periodo di crisi economica. Con i suoi 4.200 piedi, era il ponte più lungo del mondo. Oggi il Golden Gate Bridge rimane una delle strutture architettoniche più riconoscibili al mondo.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.